Illuminazione di un giardino: come illuminare a basso costo

L’illuminazione di un giardino fa parte della coreografia dello spazio, oltre a rendere più sicuro e accessibile l’area all’aperto, ma quali sono le soluzioni migliori?

Cosa illuminare nel giardino?

Per prima cosa serve capire cosa illuminare. Partiamo dal vialetto e dalle stradine (dipende dalle dimensioni del giardino). Sapere dove si mettono i piedi, anche in piena notte, è essenziale per l’incolumità di chi vaga al chiar di luna. Altri punti da illuminare sono sicuramente i bordi piscina (se c’è) e il perimetro del giardino. Per creare giochi di luci si possono illuminare anche le aiuole, in modo che dai fiori spunti un raggio di luce molto scenografico.

Lampade solari

Esistono paletti, segnapassi, lampade munite di una piccola cellula fotovoltaica che aiuta ad immagazzinare energia solare di giorno, per funzionare la notte. Molti modelli sono formati da un paletto sormontato dalla luce: questo si pianta nel terreno e sporgerà solo la lampada che provvederà a illuminare il cammino. Esistono anche bellissimi segnapassi a forma di fiore o sassi. Ce ne sono di diversi modelli e colori, sono molto carini, pratici, non richiedono nessun genere di impianto, si possono mette ovunque e gli si può cambiare posto quando si vuole. Unico neo è che se la cellula non è esposta tutto il giorno al sole, non si ricarica molto, quindi la notte farà poca luce. Adatti e molto coreografici in estate, meno in inverno.

Luci a led

Le luci a led sono diventate famose per il  risparmio energetico e per la durata. Proprio grazie ai loro bassi consumi, sono state create delle lampade per il giardino sia alimentate dalla rete elettrica, sia con batteria ricaricabile. Quelle collegate all’impianto elettrico sono un’ottima soluzione e si potrebbe utilizzare per i punti luce più importanti, magari per il perimetro del giardino e per le luci vicino a casa, mentre quelle autonome potrebbero essere posizionate nei luoghi più difficili da raggiungere dall’impianto elettrico o per evitare grandi lavori. Sono munite di batterie estraibili che si possono ricaricare e garantiscono un’ottima autonomia.

Con queste scelte avrete un buon risparmio energetico e un ottimo impatto ambientale.

Releated Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *