Pulizia fai da te delle tende da sole per esterni e infissi

tende per esterni
Le tende da sole per esterni sono sempre esposte agli elementi, assorbono le polveri sottili dalla strada e lo sporco trasportato dalla pioggia e dal vento. Periodicamente è quindi necessario lavarle, per pulirle e ravvivarne i colori, evitando che si sbiadiscano troppo per effetto del sole.

Come pulire le tende da sole smontabili

Se le tende si possono smontare facilmente, la pulizia fai da te diventa semplicissima. Cotone e altre fibre naturali si possono tranquillamente lavare in lavatrice e asciugare al sole. L’ideale sarebbe sottoporle ad un ciclo delicato, al massimo a 30° e senza centrifuga. Se le tende sono, invece, di fibra sintetica o di pvc, è necessario verificare sull’etichetta che tipologia di lavaggio possono sopportare. Molte fibre sintetiche non hanno bisogno di essere stirate: sarà sufficiente riappendere la tenda ai supporti e il vento e il sole provvederanno ad asciugarle. Le tende in cotone andrebbero invece stirate a temperatura bassa e appoggiando fra tenda e ferro un fazzoletto o un panno, in modo da proteggere le fibre. Le tende più semplici ad lavare con metodi fai da te sono però quelle plastificate: basta spruzzarle con un detergente in spray e passarle con un panno umido.

Come pulire le tende da esterni senza smontarle

Le tende da esterno sono spesso molto voluminose e montate in posizioni a volte difficile da raggiungere, oppure su supporti difficili da smontare e rimontare. Per questo, in molti casi è più comodo, e a volte necessario, pulirle senza smontarle. Innanzitutto, sarà necessario togliere dalla tenda la polvere, le foglie secche accumulate ed eventuale sporcizia portata dal vento o caduta dai piani superiori. Passare energicamente una scopa, possibilmente di saggina, su tutta la lunghezza della tenda può garantire una buona spolveratura. Se le tende sono montate molto in alto ci si può aiutare con un manico telescopico. La tenda si può ora lavare con uno spazzolone per pavimenti immerso in una soluzione di acqua tiepida e sapone di Marsiglia, avendo cura di strofinare bene i punti più sporchi.

Gli infissi della tenda, per evitare di rigare o rovinare la verniciatura, andrebbero invece passati con una spazzola dalle setole morbide. Per risciacquare, è sufficiente lavare lo spazzolone e ripassare la tenda con abbondante e semplice acqua. Il sole e il vento provvederanno ad asciugare la tenda e gli infissi.

Quando pulire le tende da sole

La pulizia e il lavaggio sono anche l’occasione per verificare lo stato della tenda, del tessuto, degli infissi e di eventuali componenti meccaniche, provvedendo se necessario a manutenzioni o riparazioni. Queste operazioni andrebbero svolte almeno una volta all’anno, a fine estate, prima di avvolgere la tenda e lasciarla a riposo per l’inverno. Sarebbe opportuno lavare e verificare la tenda all’inizio della primavera, subito prima di cominciare ad utilizzarla quotidianamente. Questo permetterà di eliminare polvere e residui accumulati durante l’inverno e verificare che la tenda non abbia subito danni nel periodo di inattività, magari a causa della neve o del gelo.

Una verifica dello stato della tenda, indipendentemente della pulizia, andrebbe svolta dopo ogni evento atmosferico particolarmente violento, ad esempio un forte temporale che potrebbe avere danneggiato gli infissi. Una pioggia leggera può contribuire a lavare e spolverare la tenda, ma sarebbe sempre meglio chiuderla o riavvolgerla in caso di temporali violenti. Se, in questa fase notate dei danni alla tenda o alla montatura, occorre rivolgersi a un’azienda specializzata nel settore (come, per esempio, Coverture), sia per la manutenzione che per l’eventuale sostituzione delle parti compromesse, per evitare danni più seri in futuro.

Eliminare la muffa dalle tende da sole

Quando le tende rimangono umide a lungo potrebbe svilupparsi della muffa nelle zone meno areate. La muffa, oltre ad essere antiestetica, può arrivare a rovinare il tessuto, per cui è bene intervenire al più presto e rimuoverla. Per farlo è sufficiente strofinare la parte interessata con una soluzione di acqua tiepida con un po’ di candeggina. Per un secchio d’acqua sono sufficienti 3 o 4 tappi di candeggina, per evitare che questa sostanza sbiadisca i colori della tenda.

Per rimuovere la muffa dalla tenda per esterni è sufficiente strofinare con una spugna o una spazzola con setole morbide la zona interessata, stando attenti a non diffondere la muffa su parti di tenda pulite. Risciacquare quindi abbondantemente con acqua. Se la muffa è solo superficiale e di recente formazione questa soluzione dovrebbe eliminarla rapidamente e velocemente. Un controllo periodico della tenda, soprattutto nelle zone più nascoste, dovrebbe scongiurare la formazione di ulteriori muffe e permette di intervenire prontamente quando è il caso.

Releated Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *