Stufe a pellet: convengono davvero?

Negli ultimi anni si parla molto delle stufe a pellet, e sono in tanti ad essersi convertiti a questo metodo di riscaldamento spinti, in particolare, dai notevoli risparmi energetici, ma è tutto vero?

Vantaggi e svantaggi delle stufe a pellet

Premesso che le caratteristiche variano da modello a modello e che ogni persona e abitazione ha esigenze diverse, proviamo a vedere quali sono i punti a favore e quali a sfavore della stufa a pellet. Sicuramente con la stufa a pellet si risparmia sul combustibile ed è ecosostenibile, ma bisogna dire che non è adatta a tutti gli ambienti e a tutte le esigenze energetiche. Questo è il punto più importante da sottolineare: prima di scegliere una stufa a pellet si devono valutare tutti i fattori che vi diranno se questa soluzione, per voi, è adatta oppure no.

Il mercato di queste stufe offre modelli con dimensioni, design e resa diversi. Una cosa comune a tutte, e che molti forse non sanno, è che la stufa a pellet, senza energie elettrica, non funziona! Il costo dell’energia è di circa 0,25 € all’ora e, anche se da quest’anno incominciano ad apparire modelli che non necessitano dell’attacco alla corrente, per ora, la maggior parte sono dipendenti dall’energia elettrica.

Alcuni modelli sono rivestiti con materiale che garantisce un buon accumulo di calore che viene rilasciato lentamente nell’ambiente, ma non tutte le stufe hanno questa caratteristica. Come mai alcune non hanno questo rivestimento? Semplicemente perché, per questioni di sicurezza, quelle che accumulano calore non possono essere installate in tutti gli ambienti, quindi meglio chiedere consiglio ad un esperto disinteressato!

Prima di acquistare la stufa dovete verificare che canna fumaria e comignolo siano a norma, quindi meglio rivolgersi ad un tecnico fumista. Questo vi permetterà di avere un ottimo tiraggio, ridurre i consumi ma, in particolare, vi garantirà la sicurezza. Una canna fumaria ostruita, oppure inadeguata, potrebbe prende facilmente fuoco o permettere emissioni dannose per l’uomo.

Le stufe a pellet sono particolarmente adatte alle piccole case oppure alle casa di vacanza, dove serve il riscaldamento per pochi giorni all’anno. La cosa importante è scegliere la potenza termica adeguata ai metri quadri dell’abitazione. Non fate l’errore di prendere un modello a potenza termica bassa, per risparmiare sull’acquisto. Sarebbero soldi buttati e vi pentireste della vostra scelta perché non riuscirete a riscaldare l’ambiente a cui è destinata la stufa.

Insomma, in poche parole, la stufa a pellet conviene a patto che l’acquisto sia fatto con consapevolezza, valutando tutte le proprie necessità ed esigenze, senza sottovalutare nessun aspetto: solo in questo modo l’acquisto darà buoni frutti.

Releated Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *