Guida alla scelta dei pavimenti

I pavimenti di casa subiscono molti abusi. Le scarpe sporche nell’ingresso, zampe fangose ​​nel corridoio, e persino le gambe della sedia che vanno avanti e indietro nella sala da pranzo ogni giorno.

Se stiamo dunque considerando un nuovo pavimento, dovremo pensare a come usare ogni stanza prima di prendere qualsiasi decisione. Il legno duro o la moquette potrebbero essere ottimi per una stanza, ma lo stesso non è sempre vero in tutta la sala.

Pavimento per la famiglia

Se la famiglia è allargata dovremo avere un pavimento facile da pulire che non catturi anche lo sporco. Ideali sarebbero piastrelle in ceramica, poiché sono resistenti e richiedono poca manutenzione. Basta spazzarli o aspirarli per ripulire i detriti e affrontare grossi problemi con una scopa. Si potrebbe ornare con un tappeto di erba marina tutta la superficie delle piastrelle, al fine di aiutare a intrappolare (e nascondere) la sporcizia. Meglio stare attenti: le mattonelle possono rompersi se cade sopra qualcosa, quindi è necessaria cautela.

Scegliere sempre qualcosa che per i bambini sarà morbido sotto i piedi, in modo che possano sedersi, sdraiarsi e giocare. Andrà bene un tappeto basso, strettamente tessuto, industriale, tappetino o moquette da parete a parete. Magari qualcosa in una fibra facile da pulire come polipropilene o nylon

La camera da letto

La gente usa pavimenti in legno in tutta la casa, ma la verità è che si addice all’atmosfera da piedi nudi in camera da letto. Il tutto si può ornare con dei bei tappeti classici, o tappeti a basso pelo in modelli e colori interessanti: pare che questi tipi di tappeti siano più adatti all’utilizzo quotidiano rispetto a quelli morbidi. E buone notizie: una sedia da ufficio dovrebbe essere in grado di ruotare senza ricorrere a uno di quegli antiestetici tappetini di plastica, e dovrebbe essere messa come must vicino a quella scrivania presente in camera: il pavimento non si rovina e la stanza sarà ancora più chic.

Se siamo alla disperata ricerca dell’opzione più elegante in un’area non molto vissuta il pavimento in parquet è la soluzione migliore. In tal modo si può essere creativi con intarsi o persino con un divertente motivo a spina di pesce.

Per la pulizia essa sarà rapida e l’aspirazione accoppiata a un lavaggio occasionale lo terranno. Tuttavia è sempre necessario chiedere al pavimentista le istruzioni per la cura, perché i vari legni possono avere specifiche diverse. E non ci dobbiamo preoccupare di un po’ di invecchiamento, il legno è come il vino migliora negli anni e sviluppa una bella patina.

 

La questione degli animali

I pavimenti o le piastrelle di bambù reggono bene se si hanno animali domestici che corrono intorno agli animali domestici. I tappetini a strati sulla parte superiore possono essere facilmente ripuliti dai peli degli animali domestici e dalle macchie e possono essere facilmente sostituiti se necessario. La moquette da parete a parete può essere dura per la vista, ma non escluderla se la ami. Anzi, meglio scegliere un tappeto da taglio contro un tappeto da passeggio, in modo che le unghie del tuo animale domestico non si impadroniscano dei loop e causino un maggiore consumo del tappeto. Optare per un tappeto resistente alle macchie e anche essere consapevoli della scelta dei colori. Se si ha un cucciolo o un gatto che ha il manto peculiare, considera di scegliere una tonalità che si coordina con la sua pelliccia.

Bagno e cucina: come pavimentarli

Quasi tutti gli esperti concordano sul fatto che il bagno non è un posto per il tappeto da parete. C’è troppa umidità e opportunità di sversamenti con cosmetici e articoli da toeletta, può diventare sgradevole e difficile da pulire e l’acqua intrappolata sotto il tappeto può portare alla muffa. Se si pensa al freddo sotto i piedi, meglio le piastrelle riscaldate, che possono costare parecchio ma che sono l’ideale per una doccia fatta nel tepore e nel caldo.

Se si vuole qualcosa di trendy in cucina, infine, c’è la soluzione che fa al caso. Guardare oltre i legni chiari e scuri e considerare l’opzione di un pavimento in legno grigio sarà una prima grande novità. Questo è stato il nuovo tono neutro nel design degli interni e prossimamente si avrà spesso  una simile tonalità anche nei pavimenti. Ci saranno in cucina inoltre, più pavimenti in sughero e vinile progettati per sembrare vero legno. Tutte queste opzioni sono super resistenti, quindi dureranno anche nei prossimi cicli di tendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *